Topi in giardino e nell’orto: un rimedio ecologico

Molti sono afflitti dalla presenza di topi nel giardino e nell’orto; questi animaletti non hanno neppure paura di entrare nelle case, e spèsso lo fanno. Essendo buoni arrampicatori capita di trovarseli in casa  anche nei piani alti

Non è facile liberarsi dei topolini che possono invadere le case. Non è sempre detto che un gatto aiuti, perché occorre trovare il gatto giusto. Spesso questi animali sono troppo sedentari e abituati ad avere la greppia piena di ottimo cibo, per cui disdegnano l’attività della caccia.

Del resto le esche avvelenate sono pericolose perché possono essere ingerite anche da altri animali. Il topo impara subito a riconoscerle e se mai accade che qualcuno le mangi, corre a nascondersi e muore in un posto dove non è raggiungibile: questo significa che il veleno ingerito si degrada con lui e inquina il nostro terreno.

Anche le trappole non sono una buona soluzione per quanti trovano rivoltante assistere all’agonia del topo che vi è rimasto preso.

Ruta fiorita
 

La soluzione proposta in questo post è veramente ecologica, in quanto usata da tempi immemorabili e basata sull’esperienza di chi non  disponeva di altri mezzi se non i gatti affamati. In effetti, la domesticazione del gatto derivò dalla necessità di difender ei granai dagli assalti dei topi. Gli egizi tenevano i gatti in grandissima considerazione proprio per la loro abilità di cacciatori.

L’latro metodo sicuramente ecologico tramandato dalla tradizione contadina, consiste nell’uso di sostanze repellenti che tengano lontano il topo per una sua repulsione naturale.

Chi coltiva l’orto sa che esistono diverse piante che hanno la capacità di allontanare i parassiti, in particolare le piante officinali ma anche altre. Per esempio, molti usano seminare qualche pianta di tagete tra i filari di pomodori o di fave.

Pianta di ruta vista nel suo insieme
 

La pianta che ha una spiccata proprietà repellente per i topi, è la ruta.
La ruta comune (Ruta graveolens) che cresce solitamente sulle rive dei laghi alpini, ma può essere coltivata un po’ dovunque. Se ne vendono i semi nelle sezioni dedicate alle piante aromatiche. E’ una pianta perenne a fusti ramificati, alta circa 80 cm. Presenta fiori gialli. Tutta la pianta emana un odore spiccato, per alcuni piacevole tanto che si usa per aromatizzare molte grappe.
Piantare la ruta nei giardini tiene lontani topi, e qualcuno afferma che sia repellente anche per i serpenti.
Un impiego domestico non alimentare, sicuro ed efficace, è quello di tenere qualche ramoscello di ruta fresca negli ambienti infestati dai topi che non ne sopportano l’odore.

I fiori della ruta
 
Altri post interessanti:
Coltivare l’orto. Newsletter 26  
Crema di peperoni sott’olio
Peperoncini a campanella ripieni sott’olio
Gennaio nell’orto. Tabella delle semine

Confettura di Feijoa

Quattro italiani su dieci coltivano l’orto.
Scarica gratis un prezioso e-book di Coltivare l’orto
Per ogni ortaggio, i periodi di semina all’aperto o in coltura protetta

 

BUON ORTO E BUONE FESTE A TUTTI!!!

Coltivare l’orto
gruppo aperto

ISCRIVITI


Coltivare ortaggi
in giardino e sul balcone


DIVENTA FAN

BUON APPETITO A TUTTI!!!
Topi in giardino e nell’orto: un rimedio ecologicoultima modifica: 2012-01-10T16:30:55+01:00da coltivarelorto
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Topi in giardino e nell’orto: un rimedio ecologico

I commenti sono chiusi.